La crisi dei chip colpirà il settore dei videogiochi. Console sempre più introvabili e dubbi su Nintendo Switch Oled

PS5 e Xbox Series X sono praticamente introvabili da un anno. La ragione non è solo la forte richiesta, ma una crisi di chip e risorse che sta mettendo in difficoltà l’intero settore tech. Adesso che pure le auto si sono messe in testa di diventare delle specie di computer, la cosa si fa più complessa.

L’utilizzo sfrenato dei chip, ha portato a una carenza che sta bloccando la produzione di diversi settori, tanto che iniziano a venire dei seri dubbi sull’effettiva disponibilità di Nintendo Switch OLED.

A mettere dubbi sulla reperibilità della stessa console Nintendo, è Toshiba, che ha commentato, per bocca di Takeshi Kamebuchi

La forniturà di chip rimarrà molto ridotta fino a settembre del prossimo anno. In alcuni casi potemmo trovare alcuni clienti non completamente serviti fino al 2023.

Teniamo in considerazione quali consumatori affrontano le situazioni peggiori, come il rischio di arrestare l’intera linea di produzione o che il business venga obliterato dalla mancata fornitura di chip. I produttori di console da gioco sono tra i clienti che fanno le richieste più grandi e sono sinceramente dispiaciuto per la loro frustrazione visto che nessuno di loro è soddisfatto al 100%“.

Una crisi che potrebbe cambiare l’industria

Quella che sembra una situazione secondaria, è in realtà molto importante. Per prima cosa può dare inizio a una crisi per le aziende produttrici, che non hanno la possibilità di produrre i propri device (non è ovviamente il caso di Sony e PS5). In secondo luogo, non è da escludere che presto o tardi possa arrivare una regolamentazione sulle priorità produttire.

I chip infatti sono utilizzati anche per strumenti più necessari di una console o di uno smartphone. Questa carenza potrebbe quindi prima o poi spingere verso un blocco della vendita ad alcuni settori.

Sembra che, anche per il settore dei videogiochi e dell’intrattenimento, sia arrivata la prima grande crisi di sostenibilità della produzione.

Ridateci le buone vecchie Amiga e Super Nintendo, e un’altra epoca videoludica che ci manca tanto.

I commenti del pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi l'articolo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Scelti da Insertcoin

Crash Bandicoot 4 in uscita a ottobre
Metroid Prime 4: uscirà mai?
Retroarch arriva su Steam

Resta sempre aggiornato!