Perché Elden Ring è un capolavoro senza tempo

Con Elden Ring, From Software è riuscita ad entrare nell’olimpo dei videogiochi toccando vette viste raramente da opere come Shadow of the Colossus, Zelda e pochi altri nomi.

Le ragioni di questo successo stanno nella formula che evolve il sistema dei souls ad un piano open world.

In Elden Ring, ogni partita è un’avventura, non sappiamo cosa ci aspetta e, tenendoci lontani dal web, è possibile vivere qualcosa di simile ai videogiochi del passato e allo stesso tempo a una simulazione di mondo dark fantasy mai vista prima.

Le emozioni di Elden Ring si avvicinano a quelle vissute in Rede Dead Redemption 2, ma hanno l’unicità della scoperta che supera lo stesso Breath of the Wild proponendoci una infinità di situazioni, contenuti, testi e misteri da scoprire.

Elden Ring è godibile anche in brevi partite grazie a un sistema di punti di falò migliorato che non vuole frustrare il giocatore ma incoraggiarlo ad esplorare.

Proprio l’esplorazione e l’enormità del mondo da scoprire sono qualcosa di unico nella storia dei videogiochi.

Avremo a disposizione un intero mondo, ricco di personaggi e misteri, dove anche aree già visitate possono sempre nascondere qualcosa di nuovo.

Tralasciando la complessità dei boss e il culto della difficoltà che circondano i titoli from software, con Elden Ring abbiamo trovato vette viste nel primo Dark Souls e in Bloodborne, amplificate da un open world che diventa un vero universo credibile e capace di regalare avventure e misteri come non vedevamo dall’alba dei tempi videoludici.

Non si sente nemmeno la necessità di seguire un percorso preciso o di giocare con lo scopo di arrivare all’ultimo boss.

Ogni sessione di Elden Ring è una scoperta, con i nostri obiettivi e la ricerca di segreti e di frammenti della storia del fantastico mondo creato da Miyazaki con la collaborazione di Martin.

Era forse da Death Stranding che un titolo non riusciva a innovare il mondo dei videogiochi, facendoci dimenticare i binari prestabiliti dove è stato incanalato per quasi due generazioni.

I commenti del pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi l'articolo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Scelti da Insertcoin

Crash Bandicoot 4 in uscita a ottobre
Metroid Prime 4: uscirà mai?
Retroarch arriva su Steam

Resta sempre aggiornato!